Bulgarelli Number 8

Bulgarelli Number 8

Nella sede della Regione Emilia Romagna si è tenuta oggi pomeriggio la decima edizione del premio “Bulgarelli Number 8”.

La partita che non dimentico, Francesco Marano (Renate)

La partita che non dimentico, Francesco Marano (Renate)

Classe ’90, di Castellammare di Stabia (Na), ha giocato via via con Juve Stabia (C1-C2-C1), Aversa (C2), Casertana (C2-C), Benevento (C), Viterbese (C), Melfi (C), Sicula Leonzio (C) e Como (C). Al Renate dalla stagione 20/21.

Calciatrice del mese AIC aprile 2022

Calciatrice del mese AIC aprile 2022

La corsa del Milan femminile continua ad aprile con due vittorie nette della squadra rossonera che riscattano anche la partita di andata delle semifinali di Coppa Italia contro la Juventus giocando un ritorno molto più incisivo. Una delle artefici principali di queste prove importanti è Valentina Bergamaschi, che tra gol realizzati, assist e concretezza sul campo ha dimostrato un valore rilevante.

Calciatore del mese Serie B aprile 2022

Calciatore del mese Serie B aprile 2022

Aprile è stato il mese in cui ci siamo accorti del talento raro e spettacolare di Adrian Bernabé: un mese in cui ha accumulato 4 gol e 1 assist, con in mezzo due doppiette. La prima l’ha realizzata contro il Cosenza a inizio mese. È stata la prima doppietta tra i professionisti di Bernabé, che è arrivato la scorsa estate a Parma dopo una carriera giovanile prestigiosa. Ha iniziato a giocare a calcio all’Espanyol per poi passare a La Masia. Portato al Manchester City da Guardiola, è stato poi Maresca – che lo aveva allenato nella squadra giovanile del City – a portarlo al Parma. Uno dei percorsi di carriera meno ortodossi che vi possono venire in mente.

In onda: Simone Tiribocchi

In onda: Simone Tiribocchi

Classe 1978, romano, attaccante, soprannominato Tir per fisico e potenza nel gioco, ormai da più di tre anni tra le voci di Dazn, Simone Tiribocchi ha via via giocato con Pistoiese (B), Empoli (C1), Torino (B), Savoia (C1), Benevento (C1), Siena (B), Torino (A), Ancona (B), Siena (B), Torino (B), Chievo (A), Lecce (B-A), Atalanta (A-B-A), Pro Vercelli (B) e Vicenza (B-1D).

Calciatore del mese Serie A aprile 2022

Calciatore del mese Serie A aprile 2022

Sette minuti prima del gol di Leao che ha deciso Milan-Fiorentina, Cabral ha colpito di testa dal limite dell’area piccola con violenza, ma Maignan, come se non aspettasse altro, si è piegato sulla sua destra e ha allungato le braccia per spingere il pallone verso l’alto e toglierlo dal suo destino di gol.

Da lontano... Alberto Brignoli (Panathinaikos, Grecia)

Da lontano... Alberto Brignoli (Panathinaikos, Grecia)

Classe 1991, bergamasco di Trescore Balneario, ha giocato via via con Montichiari (D-Seconda Divisione), Lumezzane (Prima Divisione), Ternana (B), Sampdoria (A), Leganés (Liga spagnola), Perugia (B), Benevento (A; suo quel “famoso” gol di testa, al 5° minuto di recupero, che diede il primo punto alla squadra di casa contro il Milan: punizione di Cataldi, spizzata di testa e pallone alle spalle di Donnarumma) ed Empoli (B, con vittoria del campionato). Al Panathinaikos dalla scorsa estate.

A tu per tu con… il dottor Della Latta

A tu per tu con… il dottor Della Latta

È arrivato all'età di 29 anni dedicando tutta la sua vita al calcio. Ma ha voluto conseguire la laurea perché, una volta appese le scarpe al chiodo, potrà decidere cosa fare "da grande". Simone Della Latta, nato a Viareggio (Lucca) il 7 marzo 1993, 186 cm di altezza e 83 kg di peso, gioca attualmente nel Padova, nel girone A della Serie C: lo scorso autunno è stato premiato in occasione del Galà AIC del Calcio Triveneto come miglior giocatore della squadra biancoscudata della stagione 2020-2021. Ha iniziato la carriera nel settore giovanile dell'Empoli, percorrendo tutta la trafila delle varie categorie, realizzando, nella stagione 2011-2012, 2 gol in 23 match nell'ultimo anno in Primavera. Poi rimanendo di proprietà del club empolese sono arrivati una serie di prestiti, al Gavorrano in C2, poi in serie C1, categoria dove ha sempre giocato sino ad ora, con le maglie dell'Esperia Viareggio, Pontedera (per sei mesi) e Grosseto. Nell'estate 2015 è stato acquistato dal Carpi che…

Pallone e dintorni... Daniele Orsato

Pallone e dintorni... Daniele Orsato

“Giocavo a calcio in oratorio, difensore centrale, di testa me la cavavo. Recoaro, sono di là, era luglio 1992, m’ero appena diplomato, con quell’idea fissa di fare l’elettricista, io che già da bambino me ne andavo in giro per casa con un cacciavite in mano. Il diploma a giugno, nemmeno un mese e già avevo trovato il lavoro ed ecco che vengo a sapere che a Recoaro non fanno più la squadra, chiuso col calcio e un collega mi butta lì perché poi non provo a fare l’arbitro, almeno così continui a stare in campo, la responsabilità che hai. È stata proprio quella parola – responsabilità – che mi è rimasta dentro, mi ha fatto pensare e decidere. Lì a casa ne parlo così a mio padre, un corso arbitri lo tenevano a Vicenza e lui: ma perché così lontano, una sezione dell’AIA c’è pure a Schio, più comodo no? Dunque responsabilità, quel prendere decisioni da solo, mi ha colpito questo, lì sul campo”.

Francesco Baldini: a Vicenza con Catania nel cuore

Francesco Baldini: a Vicenza con Catania nel cuore

Nell'arco di pochi giorni è passato dal veder fallire il suo Catania (a solo tre giornate alla fine della stagione) al "capezzale" del L.R. Vicenza, dove è stato chiamato per tentare una disperata rincorsa salvezza trai cadetti. Strano destino quello di mister Francesco Baldini, classe 1974, che da calciatore, ruolo difensore, ha vestito le maglie di Juventus, Lucchese, Napoli, Perugia, Genoa e Reggina. Da allenatore ha iniziato nel 2011, nel settore giovanile del Bologna, poi nella stagione 2017-2018 ha guidato gli Under 17 della Roma che ha portato alla vittoria del campionato e della Supercoppa, per poi approdare alla Juventus Primavera. Esordio tra i professionisti nel 2019-2020 al Trapani in serie B e da marzo 2021 al Catania, in C, esperienza conclusasi con l'esclusione del club etneo e lo svincolo di tutti i tesserati. Durante la presentazione allo stadio Menti ha subito raccontato quando successo in Sicilia per poi affrontare gli altri temi.