Serie A, i migliori per la stampa sportiva, Giornata 13

Scritto il 24/11/2021
da Tommaso Franco


Vicario, una conquista che parte da lontano

E' il 2013 quando un giovanissimo Guglielmo Vicario viene selezionato dall'Udinese per essere inserito nella formazione Primavera. In rosa, assieme a lui, anche Simone Scuffet e Alex Meret illustri compagni di viaggio che, in quegli anni, hanno un po' inibito e rallentato la sua crescita. Poche chance, livello di competizione molto alto. Capita di rado, poi, che un settore giovanile, una Primavera, consegni al professionismo di alto livello l'intero reparto di una rosa.

Dopo una gavetta che l'ha visto passare dalla D alla B in poche stagioni, ecco la chance con il Cagliari, in Serie A, nella stagione 2020/2021 e il successivo approdo all'Empoli nel mercato estivo. In Toscana sta dimostrando il suo valore ed è lui il portiere con la media più alta della categoria (6,38).

Di Torino a Atalanta gli altri nuovi "titolari". Rientra Koulibaly

A conferma del buon momento del Torino di Juric e della sempre convincente (e divertente) Atalanta di Gasperini, diamo il benvenuto a Tommaso Pobega tra i centrocampisti (vinto il ballottaggio con Caprari) e a Duvan Zapata che, tra gli attaccanti, scalza lo sfortunato Osimhen al quale va il nostro "in bocca al lupo" per una pronta guarigione dopo il brutto infortunio nella partita contro l'Inter.

Koulibaly si riprende il posto tra i difensori vincendo il ballottaggio con Tomori. 

Le conferme

In difesa ritroviamo Calabria, il sempre più convincente Bremer e Di Marco, padrone incontrastato della fascia sinistra.

A centrocampo confermati Barak, protagonista di una stagione fin qui superlativa, Anguissa e Tonali che anche questa settimana è il primo della classe (media 6,76).

In attacco la più che prevedibile permanenza di Simeone, nell'annata più rigogliosa della sua giovane carriera.