Alla scoperta di Colombo (Lorenzo - Spal)

Scritto il 25/02/2022
da Claudio Sottile


Il passo dal Milan alla Serie B
“Sì, l’ho accettato subito. L’ho anche voluto, perché avevo bisogno di trovare spazio e di conoscere meglio me stesso in generale, dentro e fuori dal campo. Era preferibile compierlo, invece che provare a restare in Serie A”.

Cadetteria magistra vitae
“Ti spiega come sporcarsi. Mi sta insegnando tanto a utilizzare il mio corpo, a proteggere palla contro difensori esperti, a riconoscere situazioni di gioco che poi serviranno per il mio futuro. In generale noto una mia crescita un po’ in tutti i sensi.



La vocazione di Venturato per gli attaccanti (col Cittadella, 15 i gol siglati da Moncini nel 2019 e 17 quelli di Diaw nell’annata successiva)
“Sicuramente può rappresentare un plus per la mia maturazione. In primis perché porta concetti diversi da altri allenatori che ho avuto in passato. Lavora sodo per le punte, per esempio sta aiutando molto la mia crescita sul versante dell’attacco alla profondità e alla porta, caratteristiche che devo migliorare parecchio”.

La SPAL e l’alta classifica
“I punti a disposizione ci sono, almeno ci proviamo. Lavoriamo duramente ogni giorno”.

I perché di un torneo in retroguardia
“La classifica a questo punto della stagione si deve guardare relativamente, è importante analizzarla a fine campionato, manca ancora quasi tutto il girone di ritorno. Sono andate male due-tre partite per colpa di episodi sfavorevoli. Con un pizzico di fortuna in più, sicuramente avremmo potuto occupare un’altra posizione in graduatoria. Siamo tranquilli e uniti, ci alleniamo forte quotidianamente, guardando giornata per giornata”.



Il più forte attaccante dell’attuale Serie B
“È una bella lotta tra Gianluca Lapadula e Massimo Coda. Per una preferenza strettamente personale, dico il secondo. Entrambi sono da Serie A, possono tranquillamente dire la loro nella massima categoria”.

Il ritorno in pianta stabile a Milanello: sogno o priorità?
“Un sogno. Perché il Milan è una delle squadre più forti in Italia e con più storia in generale nell’ambito calcistico mondiale. È un sogno far parte di una rosa del genere. Adesso ci penso relativamente, mi concentro sul maturare. Il campo parlerà, col passare del tempo avremo una risposta”.



24 settembre 2020, Milan batte Bodø/Glimt 3-2
“Terzo turno preliminare di Europa League: tante emozioni. Prima di tutto, quella della mia prima partita da titolare in rossonero. Fortissima. E poi ovviamente una felicità immensa dopo il gol e il passaggio del turno. Emozioni che ricordo sempre con piacere. Ovviamente sto lavorando per far sì che si ripetano con più frequenza”.

La descrizione di un attimo
“È arrivata la palla sull’esterno sinistro a Theo Hernández, ho fatto un movimento ad aprirmi sul secondo palo, lui ha dato un suggerimento più verso il centro per Çalhanoğlu che stava sopraggiungendo. Hakan ha eseguito una giocata davvero da giocatore eccezionale, mi ha visto con la coda dell’occhio, di tacco me l’ha fatta filtrare e io ho dovuto solo appoggiare in porta col destro”.

Serie A 2022/2023: Milan-SPAL con Colombo in campo
“È nelle nostre speranze, tutti qui lo auspichiamo”.