La partita di Benzema contro il Chelsea

Scritto il 07/04/2022
da Tommaso Franco


 

Un vero numero 9

Nella mente dei bambini il calciatore è quello che fa gol. E' assai inusuale che l'idea di calciatore sia scissa dall'immagine della palla in porta, magari dopo una prodezza atletica come una rovesciata, un tiro al volo, una punizione da decine e decine di metri, ovviamente all'incrocio dei pali. Forse, se un bambino pensasse oggi al calcio, dopo Chelsea-Real Madrid, penserebbe a Karim Benzema. Costruisce, tira, segna, dà spettacolo, incide in modo determinante in un collettivo da cui è difficile scartare qualche nome.  Eppure, in questo momento, il Real di Ancelotti non può prescindere dal suo numero 9. 

Hat-trick

La tripletta di ieri è una sintesi quantomai completa della partita eccezionale di un campione eccezionale. Le prime due reti, meravigliose e profondamente diverse tra loro, sottolineano la sua intelligenza. Nella prima inizia la costruzione dell’azione aspettando il cross di Vinicius sul primo palo e imprimendo una tale forza al pallone da farlo sembrare un tiro di collo piede. Il secondo gol è forse meglio del primo: Benzema parte largo, si accentra seguendo l’azione del Real fino a quando la palla arriva ad un altro genio, Modric, che la mette sul secondo palo a memoria. Il movimento dell’attaccante è laterale, perfetto per correggere quel cross piegando il collo ed imprimendo così la maggior forza possibile al pallone


I numeri di un campione assoluto

Dopo la partenza di Ronaldo, Benzema è il leader indiscusso di una squadra di fenomeni sempre più deciso a caricarsi sulle spalle trionfi e sconfitte. Dal ko contro lo Sheriff in poi, il campione francese si è preso una responsabilità sempre maggiore riuscendo a segnare 6 reti in due partite contro PSG e Chelsea in Champions League.

I suoi numeri sono impressionanti. 

Tra campionato e coppe Karim ha messo a segno 307 reti con la maglia del Real Madrid in 527 partite disputate