Emanuele Padella, il calcio nel cuore

Scritto il 02/12/2023
da Luca Pozza


A 35 anni, compiuti lo scorso 24 settembre, si sente ancora integro e in grado di esprimersi a buoni livelli. Emanuele Padella, classe 1988, difensore della Fermana (girone B di Serie C), non ha ancora deciso se giocherà nella prossima stagione, ma su un fatto si dice sicuro: continuerà a lavorare nel mondo del calcio, al quale ha dedicato tutta la sua vita, sin da ragazzo. Una passione che con il tempo è diventata la sua professione, con tante soddisfazioni, soprattutto il doppio salto di categoria, con la conquista della Serie A con il Benevento nella stagione 2016-2017, mentre un'altra promozione, dalla C alla B, è arrivata con il L.R. Vicenza nel 2019-2020.



Nato nella Capitale
“Sono nato e cresciuto a Roma, facendo il tifo da ragazzo per la squadra giallorossa, ma senza eccessi. A livello calcistico sono cresciuto nella Lodigiani, poi diventata Cisco Roma, dove ho percorso tutta la trafila delle giovanili, esordendo tra i professionisti a 19 anni. In questo club sono sempre stato e trattato bene, non ho mai sognato di trasferirmi nelle giovanili di Lazio o Roma. Ho girato molto in Italia, da Nord a Sud, alla fine ho deciso di fermarmi ad Ascoli, si vive meglio in una città di provincia, a misura d'uomo. Ma Roma non si dimentica, vi abitano i miei genitori, la sorella e i nonni: ci torno spesso, soprattutto in occasione delle festività”.



Promozione in A
Dal punto di vista calcistico il top della carriera è avvenuto con la maglia del Benevento, tre anni e mezzo, caratterizzati dalla promozione in Serie A, la prima nella storia per il club campano. “Soprattutto gli ultimi due campionati sono stati straordinari, con la doppia promozione dalla Lega Pro alla A, quest'ultima ottenuta un po' a sorpresa dopo che avevamo concluso il torneo cadetto al 5° posto ma poi abbiamo vinto i play-off. L'anno successivo mi sarebbe piaciuto giocare nella massima categoria ma la società ha deciso di rivoluzionare la "rosa" e io ho accettato l'offerta dell'Ascoli, che mi ha offerto un contratto triennale ed è diventato il luogo dove vivere. Dal punto di vista calcistico è stato un peccato, ma se tornassi indietro rifarei la stessa scelta. L'estate scorsa ho accettato la proposta della Fermana: sono a 40 km da Ascoli, i miei figli hanno potuto proseguire le scuole elementari assieme ai loro compagni”.



Marito e papà felice
“Il mio unico hobby è la famiglia, tutto il tempo, a parte il calcio, è dedicato a loro. Ho conosciuto mia moglie Francesca durante il mio percorso a Grosseto, sempre in Serie B, nel 2013. Lei lavorava in un negozio di abbigliamento per bambini, solo dopo ho saputo che era "famosa" perché aveva vinto il titolo di Miss Padania 2008 e si era classificata tra le prime venti a Miss Italia 2010. Siamo partiti bevendo un caffè, dopo quattro mesi è iniziata la convivenza. Nel 2017 abbiamo celebrato il matrimonio, nel frattempo erano nati i nostri due figli, Leonardo che adesso ha 9 anni e Tommaso di 8. Lo scorso anno è arrivata Viola, che ha appena compiuto 1 anno, così abbiamo chiuso felicemente il cerchio”.



Futuro nel calcio
“Ho un contratto sino a giugno 2024, poi deciderò assieme ai dirigenti della Fermana, che mi hanno accolto molto bene in questa stagione, se proseguire. Sono a loro disposizione anche per aiutare i giovani nel crescere, sono uno dei "vecchietti" della squadra, è giusto mettere a disposizione l'esperienza: alle volte può essere utile un consiglio o una pacca sulla spalla. Nel frattempo sono già in possesso del patentino "Uefa B" di allenatore, che ho preso a Coverciano partecipando al corso organizzato dall’AIC, che rappresenta una delle opzioni per il futuro. Tuttavia è mia intenzione frequentare il corso e ottenere anche il patentino da Direttore Sportivo, anche la carriera dirigenziale può essere un'alternativa, in questo ambito credo di aver imparato molto in quasi due decenni. Da studente ho ottenuto il diploma commerciale, ma l'ambiente calcistico è quello che sento più mio, vorrei rimanerci e proseguire il cammino”.